In Breve benefici ed effetti collaterali nel Dettaglio dati che quantificano i benefici, sintomi a cui prestare attenzione per Approfondire la qualità dei dati e degli studi da cui sono presi

Cosa succede alle persone con sclerosi multipla recidivante e remittente che prendono l’interferone (Avonex®, Betaferon®, Rebif®)?

Hanno meno probabilità di avere ricadute nei primi due anni, rispetto alle persone che non lo prendono.

Su 100 persone che prendono l’interferone per due anni, 55 avranno probabilmente una ricaduta, mentre 45 non l’avranno.

Su 100 persone che non prendono l’interferone, 69 avranno probabilmente una ricaduta, mentre 31 non l’avranno.

14 persone in meno su 100 avranno una ricaduta nei primi due anni, se prendono l’interferone.

Hanno meno probabilità di avere una progressione di disabilità motoria causata da ricadute nei primi due anni, rispetto alle persone che non lo prendono.

Su 100 persone che prendono l’interferone per due anni, 20 avranno probabilmente una progressione di disabilità motoria causata da ricadute, mentre 80 non l’avranno.

Su 100 persone che non prendono l’interferone, 29 avranno probabilmente una progressione di disabilità motoria causata da ricadute, mentre 71 non l’avranno.

9 persone in meno su 100 avranno una progressione di disabilità motoria seprendonol’interferone.

Effetti collaterali
Le persone con sclerosi multipla che prendono l’interferone possono andare incontro a effetti collaterali. La maggior parte degli effetti collaterali sono uguali per i diversi interferoni utilizzati nel trattamento della sclerosi multipla recidivante remittente (interferone beta-1a: Avonex, Rebif; interferone beta-1b: Betaferon). Alcuni effetti collaterali sono associati a un solo interferone, oppure hanno frequenza diversa a seconda del tipo di interferone. Di seguito sono riportati alcuni degli effetti collaterali per tipo di interferone e per classe di frequenza. Non sono riportati effetti collaterali rari.

Se hai questi sintomi, dillo al neurologo

Clicca qui per vedere la tabella degli effetti collaterali per classi di frequenza e tipo di interferone

Quando viene sospeso l’interferone? In caso non funzioni, e in caso di effetti collaterali non tollerabili. La valutazione avviene considerando benefici ed effetti avversi, sulla base della situazione clinica del paziente. Alcune persone possono sviluppare anticorpi che interferiscono con l’azione del farmaco, in questo caso alcuni medici consigliano di sospenderlo.

Quanto va prolungato il trattamento con interferone?
Non si sa con certezza se sia utile continuare oltre un certo numero di anni il trattamento con interferone. La durata viene decisa caso per caso dal neurologo insieme al paziente, sulla base dell’andamento della malattia.

Cosa è l'interferone? Ci sono diversi tipi di interferone: alfa e beta (interferone di tipo I), e gamma (interferone di tipo II). Sono proteine prodotte dal corpo umano molto importanti per il sistema immunitario. Leggi tutto >> Da dove sono prese le informazioni sui benefici? Da una revisione sistematica Cochrane Interferon in relapsing-remitting multiple sclerosis. Cochrane Database of Systematic Reviews 2001, Issue 4 - una metodologia per valutare tutti gli studi disponibili su un determinato argomento. Per approfondire >> Cos'è una revisione sistematica? Leggi tutto >>

Ci sono diversi modi per stimare i benefici dell’interferone per esempio si può misurare il numero di ricadute evitate, oppure il numero di persone senza ricadute. I risultati sono diversi, anche in termini numerici. Leggi tutto >>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da dove sono prese le informazioni sugli effetti collaterali?A partire dalle schede informative sui farmaci prodotte dall’European Medicines Agency (EMA) - Agenzia europea del farmaco, e dai dati della banca dati statunitense Micromedex.Per approfondire >>

Queste informazioni valgono per me? Leggi tutto >>
Mi sono fatta una ragione dell’interferone, con il quale convivo senza troppi problemi e che finora non ha modificato in maniera significativa la mia vita. Non posso però certo dire di viverlo sempre serenamente, soprattutto per la scarsa “discrezione” che la sua somministrazione comporta. Oltre a ciò, le iniezioni mi provocano delle fastidiose macchie sulla pelle che spesso mi costringono a dare spiegazioni alle domande di chi non sa.
Leggi tutto >>

Le informazioni e le conoscenze che derivano dagli studi non sono tutte uguali: alcune sono più fondate, altre sono meno robuste, alcune portano a risultati certi, altre lasciano aperti ambiti di incertezza.
Leggi tutto >>

Che cosa può essere utile chiedere al neurologo durante la visita?
Leggi tutto >>

 

 

 

 

 

I modi per dirlo Riduzione relativa del rischio, riduzione assoluta del rischio, numero di persone da trattare...ci sono misure diverse per esprimere i benefici di un farmaco: cosa ci dicono queste misure? Perchè sono diverse?
Leggi tutto >>

Dove vanno fatte le iniezioni e con quale frequenza? Leggi tutto >>

Come si conserva l'interferone
Leggi tutto >>
Come si può trasportare in aereo?
Leggi tutto >>